l’accademia

L’Accademia ha come propri scopi istituzionali:

  1. diffondere e far conoscere la cultura del tango per una capillare comprensione dei suoi valori sentimentali ed estetici;
  2. promuovere le arti connesse al mondo del tango ed i suoi cultori;
  3. ricercare e studiare la documentazione o la memoria delle relazioni del tango con le altre arti che il tango ha ispirato, per realizzare un archivio dei documenti suindicati;
  4. apprendere tutte le espressioni del tango e le tendenze del mondo del tango e delle arti connesse, mantenendo un trattamento egualitario ed equidistante tra di esse, come richiede lo spirito accademico;
  5. onorare la memoria dei luoghi del tango ed altresì dei suoi creatori;
  6. favorire l’incontro di artisti per fomentare la creazione di opere, la formazione di orchestre e promuovere i  risultati di questi incontri;
  7. divulgare i risultati del lavoro svolto dall’accademia;
  8. costituire un luogo di confronto tra gli associati e gli artisti.

Accademia del tango nasce a Bologna ed ha carattere nazionale, prevedendo l’istituzione di delegazioni sul territorio nazionale, oltre alla sua sede principale.

È senza fini di lucro ed ha carattere solidaristico. Si connota per essere apolitica, apartitica, aconfessionale, garantendo ai Soci le pari opportunità fra uomo e donna, nonché i diritti inviolabili della persona.

Come diventare Soci

Può diventare Socio dell’Associazione chiunque condivida e accetti i principi ispiratori dell’Associazione e la disciplina prevista dallo Statuto e dal relativo Regolamento.

Gli aspiranti Soci devono presentare domanda scritta al Consiglio Direttivo.

Viene considerata in forma scritta anche la registrazione dall’aspirante Socio su questo sito mediante apposito form, anche se essa dovesse risultare priva della firma digitale o elettronica del richiedente.

I soci hanno libero accesso a tutte le informazioni contenute in questo sito, oltre a poter usufruire dei servizi ai soci dell’accademia.

Il Consiglio Direttivo decide in merito alle richieste dei nuovi soci, con obbligo di motivazione in caso di diniego. Contro il diniego, l’aspirante Socio può appellarsi al Collegio dei Probiviri.

Con la predetta domanda l’aspirante Socio si impegna ad accettare ed osservare la disciplina prevista dal presente Statuto e dal relativo Regolamento.